15.06.2024

L'Azerbaijan e l'Armenia hanno scambiato prigionieri di guerra al confine

Nell'ambito di un'operazione umanitaria, l'Azerbaijan e l'Armenia hanno condotto uno scambio di 32 militari armeni e due militari azeri

Oleksandr Budariev
Nikol Pashinyan e Ilham Aliyev
Nikol Pashinyan e Ilham Aliyev / president.az

Mercoledì, al confine tra Azerbaijan e Armenia, è avvenuto uno scambio di prigionieri di guerra. La commissione statale dell'Azerbaijan che si occupa di prigionieri di guerra e persone scomparse ha confermato queste informazioni. Durante lo scambio, Baku ha consegnato a Yerevan 32 militari armeni e, in risposta, l'Armenia ha rilasciato due soldati azeri, riferisce "Interfax-Ucraina".

Questa decisione è stata presa il 7 dicembre, dopo negoziati tra l'ufficio del presidente dell'Azerbaijan e l'apparato del primo ministro dell'Armenia. Entrambe le parti hanno agito sulla base di principi umanitari e di reciproca fiducia.

Prima dello scambio, i militari armeni detenuti sono stati sottoposti a esami medici dal Comitato Internazionale della Croce Rossa, che ha confermato il loro stato di salute soddisfacente. Il 13 dicembre 2023, nella sezione del confine azerbaigiano-armeno che passa attraverso il distretto di Gazakh, è avvenuto con successo lo scambio di personale militare senza alcun incidente.

Il Primo Ministro dell'Armenia Nikol Pashinyan ha confermato il ritorno in patria di 32 militari armeni. Tra questi, 31 soldati catturati tra il 2020 e il 2023, e un soldato catturato nel Nagorno-Karabakh a settembre. Il primo ministro ha riferito che i militari rientrati saranno sottoposti a controlli medici e presto incontreranno le loro famiglie. Ha anche pubblicato un elenco dei militari rilasciati.

Questo scambio è stato reso possibile grazie a un accordo raggiunto tra le strutture governative di entrambi i paesi.

Promemoria:

Commenti
Leggi anche
Fuoco

Nella città polacca di Skarżysko-Kamienna si è verificata un'esplosione nello stabilimento Mesko, che ha causato un incendio. Un lavoratore è morto e un altro è rimasto ferito. È stata avviata un'indagine.

Proteste in Armenia

In Armenia sono iniziate proteste di massa a causa del trasferimento di quattro villaggi di confine all'Azerbaigian. La popolazione chiede le dimissioni del primo ministro Nikol Pashinyan.

Ipermercato Epicentro distrutto a Kharkiv

A Kharkiv, è stato spento un grande incendio nell'"Epicentro" dopo un attacco russo. 12 persone sono morte, 16 risultano disperse, 43 sono ferite.

Soldato AFU

Le Forze Armate dell'Ucraina (AFU) hanno respinto con successo gli attacchi nemici in diverse direzioni, subendo perdite minime e distruggendo una quantità significativa di equipaggiamenti e personale nemico.

chat
12
Bandiera della Palestina

Norvegia, Irlanda e Spagna riconoscono la Palestina come stato indipendente e questa decisione entrerà in vigore il 28 maggio, causando una reazione forte da parte di Israele

Sala dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite

L'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha supportato lo status di Palestina, il Consiglio di Sicurezza deciderà definitivamente. USA e Israele si oppongono

Ellinikon

A Atene è iniziata la costruzione di Ellinikon — la più grande Smart City in Europa, che entro il Natale del 2026 diventerà la casa di 20.000 residenti

Xi Jinping

Il Presidente della Cina, Xi Jinping, effettuerà visite di stato in tre paesi europei, rafforzando i legami strategici, in particolare con la Francia

Re e Regina di Danimarca

In Danimarca è stato pubblicato il ritratto di gala ufficiale dei nuovi monarchi, adornato con regalie storiche

Il Primo Ministro del Regno Unito Rishi Sunak

Rishi Sunak intende annunciare un aiuto militare all'Ucraina di 3 miliardi di sterline durante una visita ufficiale in Polonia