22.06.2024 Italia
850 giorno dall'invasione barbarica dell'Ucraina

Palestina come stato: l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite vota a favore, USA e Israele contro

L'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha supportato lo status di Palestina, il Consiglio di Sicurezza deciderà definitivamente. USA e Israele si oppongono

Oleksandr Budariev
Sala dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite
Sala dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite / Paul VanDerWerf, CC BY 2.0 DEED

Oggi, in una sessione di emergenza dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite dedicata alla discussione del conflitto in Medio Oriente, è stata approvata una risoluzione proposta dagli Emirati Arabi Uniti.

Questa riguarda l'ampliamento dei poteri della Palestina nelle Nazioni Unite, tuttavia la Palestina non otterrà ancora il diritto di voto o la possibilità di presentare candidature per le strutture dell'organizzazione.

L'Assemblea Generale ha sottolineato che la Palestina soddisfa i criteri per ottenere lo status di membro a pieno titolo e ha chiesto al Consiglio di Sicurezza di riesaminare la questione dell'appartenenza della Palestina, nonostante il veto degli USA di aprile che le ha impedito di diventare un membro a pieno titolo delle Nazioni Unite.

Recentemente, gli USA hanno già utilizzato il loro diritto di veto contro una tale decisione e hanno dichiarato l'intenzione di farlo nuovamente se la questione sarà rinnovata. Affermano che lo status dei due stati dovrebbe essere risolto attraverso negoziati, non tramite una decisione unilaterale delle Nazioni Unite.

La parte israeliana ritiene che il riconoscimento dello stato palestinese dopo attacchi terroristici e l'inizio di una guerra sarebbe equivalente a incoraggiare il terrorismo.

Nonostante ciò, la maggior parte dei paesi delle Nazioni Unite (143 di essi) ha votato a favore della risoluzione proposta. Non solo USA e Israele, ma anche Argentina, Repubblica Ceca, Ungheria, Micronesia, Nauru, Palau e Papua Nuova Guinea si sono espressi contro.

25 paesi, come Canada, Lettonia, Ucraina, Finlandia, Georgia, Germania, Bulgaria, Macedonia del Nord, Paraguay, Italia, Svizzera, Romania, Lituania, Albania, Figi, Paesi Bassi, Moldavia, Austria, Svezia, Monaco, Vanuatu, Isole Marshall, Regno Unito, Croazia e Malawi, si sono astenuti dal voto.

Promemoria:

Commenti
Leggi anche
Partecipanti al Vertice di pace in Svizzera

Al vertice in Svizzera si è discusso dei percorsi verso la pace in Ucraina, si è confermata l'adesione al diritto internazionale e si è fatto appello alla navigazione sicura e al rilascio dei prigionieri di guerra.

Fuoco

Nella città polacca di Skarżysko-Kamienna si è verificata un'esplosione nello stabilimento Mesko, che ha causato un incendio. Un lavoratore è morto e un altro è rimasto ferito. È stata avviata un'indagine.

Proteste in Armenia

In Armenia sono iniziate proteste di massa a causa del trasferimento di quattro villaggi di confine all'Azerbaigian. La popolazione chiede le dimissioni del primo ministro Nikol Pashinyan.

Ipermercato Epicentro distrutto a Kharkiv

A Kharkiv, è stato spento un grande incendio nell'"Epicentro" dopo un attacco russo. 12 persone sono morte, 16 risultano disperse, 43 sono ferite.

Soldato AFU

Le Forze Armate dell'Ucraina (AFU) hanno respinto con successo gli attacchi nemici in diverse direzioni, subendo perdite minime e distruggendo una quantità significativa di equipaggiamenti e personale nemico.

chat
14